Marco Di Giacomo

diplomatosi in violino nel 1990 sotto la guida della prof. T. Staffieri, ha frequentato corsi e seminari di perfezionamento strumentale e cameristico con i Maestri A. Nannoni, P. Farulli, R. Zanettovich, D. De Rosa, A. Baldovino, M. Lovett, G. Prencipe. Ha affiancato all’attività di violinista quella di violista, dedicandosi principalmente alla musica da camera.

Negli anni passati ha stipulato contatti di collaborazione con numerose orchestre tra cui l’orchestra A. Scarlatti di Napoli della Rai.

Attualmente concentra i suoi interessi prevalentemente in ambito didattico.

Convinto sostenitore della necessità di praticare la musica d’insieme fin dai primi passi, ha partecipato attivamente alla realizzazioni di numerosi progetti di formazione orchestrale per giovani musicisti. In seno all’ Associazione “Scuola d’Archi Salernitana” ha avviato un corso annuale di violino tenuto dal M° Stefano Pagliani,  progetto attorno al quale ruotano attività legate alla didattica del violino.

Dal 1990 è docente di Violino nei Corsi ad indirizzo musicale (SMIM).

Giuseppina Niglio

Nel ‘93 si diploma presso il Conservatorio di Bolzano sotto la guida del M° Christian Anzinger. Nel 2004 consegue il diploma di viola. Attiva in ambito orchestrale e cameristico ha l’opportunità di esibirsi in ambito nazionale ed internazionale. Nella sua carriera di strumentista ad arco ha maturato esperienze in più ambiti musicali, partecipando a spettacoli di musica leggera (Rai 1) sala di registrazione e live. Attualmente collabora con numerose orchestre sia come violista che come Violinista.

Numerosi corsi e Master (Alain Meunier, Cristiano Rossi, Danilo Rossi, Miriam Dal Don, Gabriele Pierannunzi) hanno contribuito a formare la sua professionalità grazie alla quale è approdata all’insegnamento nelle classi ad indirizzo musicale nella scuola media, di cui è docente ordinaria dal settembre 2006.

Molto attiva nell’ambito delle associazioni musicali è stata socio fondatore di importanti realtà orchestrali del territorio. Queste attività hanno contribuito a consolidare la sua naturale propensione all’insegnamento rivolto ai bimbi (dai 4 anni) per i quali ha tenuto con notevole successo corsi di orchestra didattica.

E’ attualmente  presidente della Scuola d’Archi Salernitana, associazione che promuove numerose attività didattiche in collaborazione con Maestri di fama internazionale quali Stefano Pagliani, Christian Anzinger, Alessandro Perpic, Ulriche Hofmann.

E’ docente di violino presso il liceo musicale Alfano I di Salerno.

IGOR CORETTI - KURET
Violinista e direttore d’orchestra, affermato in campo internazionale, é conosciuto per la grandissima capacità comunicativa con i giovani. Il suo nome è legato all’orchestra giovanile European Spirit of Youth Orchestra formata da giovani musicisti tra gli 11 ed i 18 anni, esempio d’eccellenza musicale e d’incontro intercultuale tra i giovani.Depositario di quella cultura musicale che ha caratterizzato l’Europa Centrale nel scorso secolo, Igor Coretti Kuret, nasce a Trieste, città mitteleuropea, crocevia di tre grandi etnie. Comincia a suonare il violino all’età di sei anni e si forma musicalmente a Trieste e Lubiana, nell’allora Jugoslavia.
Dopo l’ottenimento del diploma in violino presso il Conservatorio di musica di Trieste ed una breve ma
importantissima esperienza formativa con l’Orchestra Giovanile Italiana (diretta dal M° Riccardo Muti), decide di trasferirsi in Germania per perfezionarsi con i violinisti Friedrich von Hausegger , Emanuel Hurwitz e Werner Scholz. Nel 1989, in occasione del congresso internazionale dell’ESTA - European String Teachers Association, svoltosi in Inghilterra, Coretti viene presentato ai violinisti Max Rostal ed a Yehudi Menuhin che decidono di offrire al giovane violinista triestino il loro sostegno personale e quello istituzionale dell’ESTA.
Grazie a questo importantissimo sostegno morale Coretti realizza in Italia tantissime iniziative, rivolte alla formazione dei giovani musicisti, quali la “Scuola Estiva Internazionale per Giovani Musicisti – Max Rostal” ed il convegno internazionale "1992 - l'educazione musicale in Italia a confronto con l'Europa". Spicca tra tutte, sia per importanza e per gli effetti che ancora produce, l’orchestra sinfonica dei giovani musicisti europei, nata come orchestra d’archi nel 1994, diventando sinfonica nel 1998. Oggi è riconosciuta quale più giovane orchestra sinfonica europea ed è acclamata nei teatri d’Europa, esibendosi con solisti di prestigio
come Uto Ughi o Giovanni Angeleri. Nel 2014 è stata diretta da Riccardo Muti.
Coretti e' spesso invitato a tenere corsi di perfezionamento e seminari per docenti di violino e di musicad’insieme (da camera e orchestra) e presiede, sia in Italia che all'estero, le giurie ai concorsi internazionali per giovani violinisti.
Nel 1994 ha vinto ha vinto il concorso indetto dall'Istituto Internazionale per il Management Culturale di Salisburgo, presentando un progetto di collaborazione internazionale nel campo della didattica musicale.
Nel 2007 gli è stata conferita la Medaglia d’Onore dell’Iniziativa Centro Europea, per i servizi resi con l’orchestra giovanile da lui ideata e creata.
Attualmente cura la direzione artistica del Progetto “European Spirit of Youth Orchestra” e del Concorso
Internazionale “Gianluca Campochiaro” ed è direttore ospite di diverse orchestre sinfoniche italiane ed europee.

Andrés Calatayud Segarra

Formed under the tutelage of Alexander Detisov and Stefano Pagliani, his musical education involved notorius teachers like Zakhar Bron and his assistant Serguey Fatkoulin, Isabel Vilà, Roy Jowitt, Salvador Mas, Joel Lester and Salvatore Accardo.

Since 2003 until 2013 is a guest violin at the Orquesta de Valencia, where he has worked under the baton of great conductors such as Miguel Ángel Gómez-Martínez, Walter Weller, Jacov Kreizberg, C. Badea, Lawrence Foster, M. Jurowsk, Pinchas Steinberg…

At the same time enjoyed an intense chamber music activity developed through different formations: string quartet, trio with piano, and violin-piano duo. The concerts in Rome together with the soloists of La Scala in Milan and the Italian Quartet members stand out in this field.

Since 2005 he is Professor of violin by opposition in the Mestre Tárrega profesional Conservatory in Castellón. He also serves as a teacher, director and concertmaster in the International Music Festival of Arezzo.