Laureato in “Fisica Teorica” presso l’Università di Parma, dopo gli studi di Composizione con BrunoBettinelli si è diplomato in “Direzione d’Orchestra” presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano con Gabriele Bellini, perfezionandosi in seguito presso l’Accademia “Ottorino Respighi” di Roma con Ferenc Nagy e Hans Priem Bergrath, e quindi presso “I Pomeriggi Musicali” con Gianluigi Gelmetti. Ha inoltre seguito per un certo periodo l’attività di Peter Maag, uno dei principali punti di riferimento (assieme ad Aldo Ceccato) per la sua formazione d’interprete.
Ha iniziato l’attività artistica nel 1975 presso il Teatro Regio di Parma come Maestro Sostituto.
Dal 1980 al 1986 è stato prima “Assistente alla Direzione del Coro” e quindi “Altro Maestro del Coro” presso il Teatro “Alla Scala”, dove ha collaborato con Romano Gandolfi (di cui è stato allievo per la direzione corale) e Giulio Bertola (presso il Teatro “Alla Scala” è stato anche Direttore del Coro di Voci Bianche dal 1980 al 1986).
E’ stato poi Direttore del coro:
- al Teatro Carlo Felice di Genova dal 1986 al 1988
- al Teatro Regio di Parma dal 1989 al 2002
- alla Fondazione “Arturo Toscanini” di Parma dal 1996 al 2006,
- all’Arena di Verona dal 2002 al 2010
- Ha anche svolto attività di Direttore del Coro con i complessi di Radio France e della Radiotelevisione Spagnola, e presso il Teatro “Giuseppe Verdi” di Salerno
- Dal 2011 è Direttore del Coro presso il “Teatro Lirico” di Cagliari.
Come Direttore del Coro ha al suo attivo molte registrazioni discografiche tra cui, in occasione del Centenario Verdiano, “Messa di Requiem” e “Il Trovatore”.
Ha esordito come Direttore d’orchestra presso il Teatro Comunale dell’Opera di Genova, e ha poi diretto opere liriche e concerti sinfonici in Italia e all’estero; per alcuni anni è stato anche Direttore Principale dell’”Orchestra Filarmonica di Parma” (poi “Orchestra del Teatro Regio di Parma”).
Specializzandosi soprattutto nel settore sinfonico-corale, il suo repertorio comprende in questo campo: Requiem di Verdi; Requiem, Grande Messa in do minore, Davidde penitente, Vesperae Solemnes de Confessore, Kroenungsmesse di Mozart; Christus am Oelberge, Nona Sinfonia e Fantasia per pianoforte, coro, orchestra di Beethoven; Weihnachtsoratorium, Passione secondo Giovanni, Passione secondo Matteo, Magnificat, Messe e Cantate di Bach; Dettinger Te Deum, Utrecht Te Deum, Dixit Dominus, Messia, Israele in Egitto, Giuda Maccabeo di Haendel; Oratorio di Natale di Telemann, Die Schoepfung, Theresien Messe, Missa Sancti Nicolai, Te Deum di Haydn; Oratorio di Pasqua di Buxtehude, Te Deum di Charpentier; vari Oratori di Carissimi; La Rappresentatione di Anima et di Corpo di Emilio de’ Cavaleri; le“Sacrae
Symphoniae” di Giovanni Gabrieli; Te Deum, Dies Irae, Alcidiane e Polexandre di Lully; Cantate e Anthems di Purcell; Gloria, Credo, Magnificat, Dixit Dominus, Lauda Jerusalem, Stabat Mater di Vivaldi; Stabat Mater di Pergolesi; Historia der Geburt Christi, Historia der Auferstehung di Schutz; Hofkapelmeistermesse di Saleri; Stabat Mater e Petite Messe Solennelle di Rossini, Oratorio di Natale di Saint- Saens, Stabat Mater di Poulenc, Carmina Burana e Catulli Carmina di Orff; Les Noces, Messa, Sinfonia di Salmi di Stravinsky.
Con i complessi da lui fondati, il “Collegium Farnesianum” (orchestra barocca che opera con strumenti originali), il “Coro Cameristico Maria Luigia” e il “Coro Filarmonico di Parma”, si è dedicato anche alla “musica antica”, curando la ricerca, la trascrizione, la riproposta di numerose opere inedite, con speciale attenzione ai criteri esecutivi filologici.
E’ stato per anni Direttore Artistico della rassegna di musica barocca “Incontri Musicali Farnesiani”, che si svolge a Parma dal 1997, e di cui è stato fondatore. Nell’ambito di questa rassegna ha proposto in prima esecuzione numerosi inediti, di cui ha curato la trascrizione, in particolare legati alla tradizione musicale delle diverse corti che hanno retto il Ducato di Parma, dai Farnese, ai Borbone, a Maria Luigia d’Austria.
Ha svolto attività saggistica in campo musicologico, con numerosi articoli pubblicati.
In collaborazione con Romano Gandolfi ha pubblicato un saggio sulla direzione corale (“Magia del coro”).
In via di pubblicazione “Studi antichi e declamazione moderna” (un ampio trattato sulla prassi esecutiva originale del melodramma verdiano, di cui si sta occupando da alcuni anni) e un testo di “Acustica Musicale”. Attualmente sta lavorando a “1813-1901, Il secolo di Verdi” (panoramica sugli eventi storici e culturali contemporanei al percorso personale e compositivo del Maestro), e a “Linguaggio o fenomeno? - colloquio tra musica ed epistemologia”.
Ha svolto intensa attività di pianista accompagnatore in molti concerti, e di docente di “Interpretazione dello spartito lirico”, collaborando con il “Centro di Perfezionamento per artisti lirici del Teatro alla Scala”, con l'Accademia Lirica e Corale Città di Osimo”, con la “Showa University” di Tokyo (dove ha anche tenuto lezioni di direzione d’orchestra e di esercitazioni orchestrali).
E’ stato anche docente presso i Corsi di formazione della Fondazione Toscanini ed ha insegnato, presso i Conservatori di Parma e Mantova e gli Istituti di Alta Formazione “Achille Peri” di Reggio Emilia e “OrazioVecchi di Modena, le seguenti materie:
- Esercitazioni orchestrali
- Esercitazioni corali
- Coro di voci bianche
- Lettura della partitura
- Teoria e solfeggio
- Pratica di lettura vocale e pianistica
- Acustica e psicoacustica
- Approfondimenti di Teoria musicale
- Semiografia della musica
- Direzione di Coro
Nel 2012, e nei primi mesi del 2014 è stato Consulente Artistico del Teatro Lirico di Cagliari. Direttore di Coro del San Carlo da Novembre 2014 e nello stesso periodo docente di Teoria e Solfeggio al conservatorio di Salerno.